La Grand Messe


 

Genziana d'oro Miglior Film (Gran Premio 'Città di Trento')

Ciclismo e Montagna, ma non solo.
Il lavoro di Méryl Fortunat-Rossi e Valéry Rosier è un film sui tifosi che vengono ad applaudire il Tour de France come pellegrini moderni, che salgono sui tornanti del leggendario colle dell’Izoard per trovare un posto in prima fila con due settimane di anticipo. Ma è anche un film sullo scorrere del tempo tra la strada e le montagne e sul nostro bisogno di appartenenza.


'La Grand-Messe' ha conquistato la Genziana d'oro convincendo la giuria internazionale, che ha motivato il premio così: "un racconto sapientemente ritmato su identità, nazionalismo, invecchiamento e lutto. Il film indaga l'appassionato fanatismo di un gruppo di tifosi di ciclismo provenienti da tutta la Francia, che condividono l'amore per una delle più famose gare di ciclismo al mondo: il Tour de France. Con l'avvicinarsi della gara, i registi Méryl Fortunat-Rossi e Valéry Rosier, svelano le vite di un'anziana generazione impegnata in una riflessione su quello che loro, e la Francia, sono diventati".

È la narrazione dei valori condivisi da un gruppo, filtrata attraverso l'ironia, che ha permesso a 'La Grand-Messe' di imporsi fra i 27 film in concorso a Trento, "un’opera originale e coinvolgente", ha spiegato il presidente del Trento Film Festival, Mauro Leveghi “dove, in un ambiente di montagna dalla bellezza straordinaria, i veri protagonisti sono questa volta gli spettatori di un evento ciclistico di richiamo mondiale, il Tour di France, che fa da sfondo alla storia. Attraverso il loro entusiasmo, le emozioni, la semplicità dei loro gesti dettati da ritmi lenti, i protagonisti del film, avanti con l’età, trasmettono il senso della comunità, il piacere dello stare insieme, sublimando il significato dell’attesa. Valori che sono stati al centro di questa edizione del festival e che costituiscono anche una filosofia, un modo di approcciarsi alla montagna, secondo la quale ciò che è importante e premiante è il percorso, da fare insieme, non la cima in quanto tale. Anche questa volta la montagna unisce, creando una comunità d’intenti e la condivisione per la bellezza di un ambiente naturale che ognuno di noi ha il dovere di preservare». 


CLICCA QUA E COMPRA IL BIGLIETTO ONLINE

La Grand Messe
Martedì 26 Novembre 2019 - h 21e15, cinema Cappuccini di Genova
Regia di Méryl Fortunat-Rossi e Valéry Rosier
Belgio, Francia / 2018 / 70'
Film in lingua originale sottotitolato in italiano


QUESTO SITO È STATO CREATO TRAMITE